Indice del forum

L'arrivo all'immortalità degli esseri viventi ...

Forum con tutte le soluzioni "reali" ricercate sulla: salute, benessere, filosofia, amore, Astronomia, occulto, magie, miracoli, Religioni, arte, scoperte, cucina; informatica, lavoro, scuola, giochi, TV, sport, motori, musica, umorismo, annunci, lotterie

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Tecnologie aliene
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Scienza, Archeologia, Speleologia, Scoperte, Tecnologia, Progetti, Invenzione, Paranormale, Fossili ed Ufo
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Fausto Intilla







Età: 46
Registrato: 05/10/06 12:01
Messaggi: 11
Fausto Intilla is offline 

Località: Switzerland
Interessi: Science
Impiego: Scientific divulgator
Sito web: http://www.oloscience.com

MessaggioInviato: Gio Ott 05, 2006 12:34 pm    Oggetto:  Tecnologie aliene
Descrizione:
Rispondi citando

Riporterò qui di seguito uno „spezzone“ di un'intervista televisiva al fisico americano Bob Lazar (tratta dal film-documentario di M. Hesemann intitolato:“Secrets of the Black World“), il quale sostiene di aver lavorato per parecchi anni nella famosa Area 51*24, zona in cui si presume che vengano studiati (da ormai mezzo secolo a questa parte) alcuni modelli di tecnologia aerospaziale extraterrestre:

(...) B.L:“Quando sono entrato nell'hangar ho visto con i miei occhi una nave spaziale aliena che il Servizio Segreto della Marina degli Stati Uniti stava analizzando“.
„Per lei il velivolo era sicuramente alieno?“
B.L: “Assolutamente sì, alieno, non c'è dubbio“.
„Perché?“
B:L: “Prima di tutto lo scopo del progetto era di analizzarlo; se si fosse trattato di un mezzo degli Stati Uniti non avremmo perso tempo a cercare di capire come lo avevano costruito. In secondo luogo per le dimensioni delle attrezzature interne, per le dimensioni dei sedili e dei materiali utilizzati a noi totalmente estranei e poi per il carburante: l'elemento 115, che è virtualmente inesistente. Ho sommato questi fattori alle informazioni che mi erano state fornite in cui veniva chiaramente indicato che si trattava di un mezzo extraterrestre“.
„Le hanno detto come funzionava il sistema di propulsione?“
B.L: “Faceva parte del mio lavoro di retroingegneria, cioè capire il funzionamento del sistema di propulsione. Avevano già fatto qualche progresso, ma non so esattamente da quanto tempo il velivolo si trovasse lì o se lo stessero esaminando da uno o dieci anni... comunque con scarsi progressi.
Il sistema è decisamente impressionante; è composto da due parti: dagli amplificatori di gravità e dal reattore che fornisce energia. Il reattore funziona ad annichilazione completa alimentato ad antimateria. L'annichilazione completa è praticamente la reazione nucleare più efficace che esista tra le tre; ovvero fusione, fissione ed annichilazione*25. Il reattore utilizza un elemento superpesante: l'elemento 115, questa sarebbe la sua collocazione sulla tavola periodica, che sulla Terra non è stato ancora sintetizzato.
A mio avviso in alcuni sistemi stellari, questa sintesi avviene spontaneamente.
Questo elemento viene bombardato in un accelleratore di dimensioni estremamente ridotte. L'elemento che viene bombardato subisce una fissione spontanea e produce particelle di antimateria; queste, grazie ad un dispositivo termoelettrico efficace al 100 %, interagiscono con la materia gassosa e vengono trasformate in elettricità. Ora, l'efficienza al 100% per qualunque dispositivo elettrico è sostanzialmente impossibile; lo dice la prima legge della termodinamica, giacché si devono verificare dispersione di calore ed altre perdite del genere, ma io in questo sistema non ne ho rilevata alcuna... è una tecnologia assolutamente stupefaciente.
L'incredibile quantità di energia che viene generata dal sistema, alimenta gli amplificatori e come prodotto collaterale del bombardamento dell'elemento 115*26 si genera un fenomeno interessantissimo e cioè una particolare onda: la cosiddetta gravitazionale A.
Tale onda viaggia in modo molto simile alle microonde; viene applicata agli amplificatori gravitazionali e per mezzo della corrente elettrica generata dal reattore, viene amplificata e focalizzata. Il segnale così amplificato viene reso leggermente afasico e grazie a questo è possibile attirare o respingere un qualsiasi corpo gravitazionale. Il velivolo è in grado di decollare, anche utilizzando un solo amplificatore.
Questa nave in particolare era dotata di tre amplificatori e quando attiva un solo amplificatore per allontanarsi dalla Terra utilizza la cosiddetta configurazione Omicron.
Per viaggiare nello spazio la nave ruota su un lato, focalizza i tre amplificatori su un unico punto situato ad enorme distanza (per es. un pianeta o una stella N.d.A) e poi gli amplificatori e il reattore vengono portati alla massima potenza e „tirano“ il tessuto stesso dello spazio; distorcono lo spazio-tempo e lo attirano verso la nave, che così è in grado di coprire enormi distanze in un lasso di tempo... praticamente nullo.
La nave non si sposta in modo lineare perché distorce lo spazio; il tessuto stesso dello spazio e quindi anche i campi gravitazionali ed il tempo sono strettamente interconnessi.
Quando si distorce un campo gravitazionale, si distorcono anche lo spazio ed il tempo; queste non sono semplici teorie, sono cose che già conosciamo da molto tempo, solo che non abbiamo la possibilità di poterle verificare (su quest'ultima affermazione vi sarebbe molto da discutere, n.d.a).
Apparentemente questa civiltà è riuscita a metterle in pratica“.
„E voi,siete mai riusciti a farne volare uno?“
B:L: “Sono stati fatti molti collaudi, ma non al di fuori dell'atmosfera. Erano voli brevi, a bassa quota, del resto... hanno un oggetto di valore inestimabile e non intendono correre dei rischi inutili o distruggerlo a causa del campo gravitazionale terrestre o volando a quote troppo elevate; ma ho assistito ad alcune prove al di fuori della recinzione di sicurezza e in un'occasione ho visto tutto... da non più di trenta metri dal velivolo“.
„L'oggetto come manovrava in volo?“
B.L: “Era molto silenzioso; si alzava generando un debole sibilo e la superficie inferiore emanava una luce azzurra, probabilmente dovuta all'altissimo voltaggio generato.
Dopo un po', man mano che aumentava di quota, la luce scompariva e sembrava che galleggiasse dolcemente nell'aria per poi poggiarsi al suolo; il tutto in modo assolutamente tranquillo e quasi totalmente silenzioso“.
(...)

_________________
Fausto Intilla
(Inventore-divulgatore scientifico)
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Adv



MessaggioInviato: Gio Ott 05, 2006 12:34 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Scienza, Archeologia, Speleologia, Scoperte, Tecnologia, Progetti, Invenzione, Paranormale, Fossili ed Ufo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum




contatore di visite gratis
Besucherzähler
contatore di visite gratis



L'arrivo all'immortalità degli esseri viventi ... topic RSS feed 
Powered by