Indice del forum

Il Forum Universale

Forum con tutte le soluzioni "reali" ricercate sulla: salute, benessere, filosofia, amore, Astronomia, occulto, magie, miracoli, Religioni, arte, scoperte, cucina; informatica, lavoro, scuola, giochi, TV, sport, motori, musica, umorismo, annunci, lotterie

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


Storielle: per ridere un p'ò ...
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno

Vai a pagina Precedente  1, 2
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cartoni animati, fumetti, racconti, fiabe, proverbi, barzellette, film, telefilm (vecchi e nuovi) per bambini, ragazzi, adulti e anziani
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Dom Feb 18, 2007 10:51 am    Oggetto:  Guerra tra coniugi :
Descrizione:
Rispondi citando

Queste sono le lettere scritte da una coppia in piena crisi coniugale.
(ovvero: la spiegazione di come si riesce a rovinare un rapporto)


La lettera del marito:

Alla mia carissima mogliettina.

Durante lo scorso anno ho tentato di fare l'amore con te 365 volte.
Ci sono riuscito 36 volte, che significa una media di una volta ogni dieci giorni.
La seguente, è la lista del perché non ci sono riuscito più spesso:

54 volte le lenzuola erano pulite,

17 volte era troppo tardi,

49 volte eri troppo stanca,

20 volte faceva troppo caldo,

15 volte hai fatto finta di essere addormentata,

27 volte avevi mal di testa,

17 volte avevi paura di svegliare i bambini,

12 volte era il periodo sbagliato del mese,

19 volte dovevi alzarti presto,

9 volte non eri dell'umore giusto,

2 volte avevi preso una scottatura solare,

6 volte stavi guardando il Costanzo Show,

5 volte non volevi rovinare la pettinatura appena fatta,

3 volte avevi paura che ci sentissero i vicini,

9 volte avevi paura che ci sentisse tua madre.


Delle 36 volte che sono riuscito, l'attività non è stata soddisfacente, perché:

13 volte eri giusto sdraiata e non hai partecipato,

1 volte mi hai detto che avevo... una grata in un occhio,

4 volte mi hai detto di fare alla svelta,

7 volte ho dovuto svegliarti per dirti che avevo finito,

1 volta ho avuto paura di averti fatto male perché mi è parso che tu ti spostassi.



La risposta della moglie:

Al mio caro consorte.

Credo che tu sia un poco confuso.
Queste sono le ragioni per le quali non hai ottenuto niente di più:

5 volte sei tornato a casa ubriaco e hai cercato di scoparti la gatta,

36 volte non sei proprio tornato,

21 volte non sei venuto,

31 volte sei venuto troppo presto,

19 volte "lui" è... sceso prima che tu potessi adoperarlo,

10 volte avevi i crampi alle dita dei piedi,

38 volte ci hai provato troppo tardi,

29 volte dovevi alzarti presto per andare a caccia,

2 volte eri stato coinvolto in una rissa e qualcuno ti aveva colpito alle parti basse,

6 volte sei venuto nel pigiama mentre ti vedevi un film hard,

98 volte eri troppo impegnato a guardare il calcio in TV.

Per le volte che ci siamo riusciti, la ragione per cui io stavo semplicemente sdraiata, era che sistematicamente mancavi la mira e tu stavi facendo l'amore con le lenzuola.

PS: non ho mai parlato di grata nell'occhio, ma ti avevo chiesto se mi preferivi girata o in ginocchio. Inoltre, quella volta che ti pareva che mi stessi spostando, era che avevi mangiato la cipolla e stavo semplicemente cercando di respirare....


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Dom Feb 18, 2007 10:51 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Lun Feb 19, 2007 2:24 am    Oggetto:  Che figuraaaaaa !!
Descrizione:
Rispondi citando

In una radioemittente canadese, qualche tempo fa, davano un premio da 1.000 a 5.000 dollari alla persona che racconta la storia vera più imbarazzante capitata, di quelle che ti fanno venir voglia di buttarti dal quinto piano.


Questa è la storia che ha vinto 5.000 dollari:

<<Avevo un appuntamento dal ginecologo fissato da un paio di settimane, ma dimenticarono di chiamarmi per confermarmi il giorno e l'ora. Alla mattina presto ricevetti una telefonata dalla segretaria del consultorio che mi informava che la visita vi sarebbe stata quella mattina stessa, alle 9 e mezza. Avevo appena finito di fare colazione con mio marito e i miei figli ed ero pronta per cominciare le mie commissioni, erano esattamente le 8:45. Presa dal panico non avevo un minuto da perdere. Noi donne, ci teniamo molto all'igiene intima, specialmente quando dobbiamo andare dal ginecologo. Però questa volta non avevo tempo di farmi la doccia, così salii le scale correndo, mi tolsi il pigiama, presi il primo asciugamano lavato e piegato che stava sul bordo della vasca, lo aprii, lo bagnai, lo passai con cura in tutte le parti intime per essere sicura di essere il più pulita possibile. Buttai l'asciugamano tra le cose da lavare, mi vestii e volai al consultorio. Ero in sala d'aspetto da poco, quando mi chiamarono per farmi l'esame. Dato che già conosco la procedura, mi sedetti senza bisogno d'aiuto sul bordo del lettino e cercai, come faccio sempre di immaginarmi molto lontano da lì, ai Caraibi, o in qualsiasi altro bel posto lontano.
Rimasi molto sorpresa quando il medico mi disse:
- Oh là là, stamattina abbiamo fatto uno sforzo per essere più carine!

Non accettai di buon grado il complimento ma non dissi nulla.
Tornai a casa tranquilla e il resto della giornata scorse normalmente: pulii la casa, cucinai... Dopo la scuola, mia figlia di sei anni gridò dal bagno:
- Mamma, dov'è il mio asciugamano?
Le risposi di prendere un altro asciugamano nell'armadio.
Un attimo dopo, giuro che quello che mi passò per la testa, fu il desiderio di sparire dalla faccia della terra. Il commento del medico martellava nel mio cervello senza sosta, quando mia figlia disse:
- No mamma, non voglio un asciugamano nell'armadio; voglio quello che stava sulla vasca da bagno. Avevo lasciato sopra tutti i miei brillantini e le stelline dorate per giocare!!!>>

DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Mar Feb 20, 2007 11:05 am    Oggetto:  Un caffè al bar :
Descrizione:
Rispondi citando

Ecco cosa succede quando, dal nord al sud dell' Italia, ci si trova in un bar a consumare un caffè e il barista si dimentica di mettere lo zucchero nella tazzina, come è solito fare.

NB: il barista genovese è un po' un caso a parte...


Torino.
Cliente: "Càspita Umbérto, è un po' amaro...".
Barista: "Basta là, me l'avrà spostato un extracomunitario, lo zucchero!
Si serva pure, monsù".

Milano.
Cliente: "Ciula! T'el chi, crapùn! Cuma l'è quel caffè lì? Sensa succaro?".
Barista: "Uh, la bestia, ciapa chi la sucarera!"

Genova.
Cliente: "Belìn che caffè amaro. Manca lo zucchero, besugo!".
Barista: "L'ha girato bene?".

Bologna.
Cliente: "At'vegna un cancher, mo' ti sei dimenticato lo succhero?".
Barista: "Socc'mel, non me n'ero accorto brisa! To' la succheriera!"

Firenze.
Cliente: "Icché ti gira il boccino oggi? 'un ti sei rihordato di
zuccherare il caffè? L'è amaro boia, maremma maiala!".
Barista: "Madonnina buhaiola! 'e mi pareva 'un ci facessi haso.
L'è giusto qui la zuccheriera! Tee! Tu metticelo tutto!".

Sassari.
Cliente: "Pattagarrissa 'e mama rua, su caffé amarrissimo ié!".
Barista: "Butturrau, sa capra s'u mangiau! A comprarre lo vaddo!"

Roma.
Cliente: "Ma li mortacci tua! Nun c'hai messo un cazzo de zzucchero!
È amaro arabbiato! Ahò! Che mme stai a cojonàà?".
Barista: "Ahò, e qua me stanno a ffa'n'casino! Ecchelo,
arimetticete lo zucchero e nun me roppe li cojoni!".

Napoli.
Cliente: "Ué, Gennà, e cchess'è nu'cazz'è café!
Senz'o zuccher'rint'! Amar' comm'a mort'! Maronn'!".
Barista: "Nè, Peppì, e m'aggio sbajiaato! Mittìt'c o'zuccher'n copp'.
Ué, scusate, teng'che 'ffà..."

Palermo.
Cliente: "Ma che minchia di caffè è chistu? Amaro è!".
Barista: "Mischino! Scusasse vossìa, ce lo mittissi subito lo zuccaro!"

Bari.
Cliente: "Mooo, e 'ci é? C'sort' d'café ié cuss? Amar'com'u'fiel'! Chidd'e'mmurt!". Barista: "Madonn'u'me', ci'uè da me? E chiapp' u'zucchr'! Vafangùl!"


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Mar Feb 20, 2007 11:05 pm    Oggetto:  Ecco come sono nate le pompe funebri...
Descrizione:
Rispondi citando

Curiosità e aneddoti dalla storia

Nel Medioevo, la vita media degli uomini era di 40-45 anni e l'assistenza socio-sanitaria inesistente. Quando un uomo moriva, per certificarne la morte, veniva chiamato il "medico condotto", il quale per verificare l'effettivo decesso, usava infliggere dolore al deceduto; il modo più comune utilizzato in quel tempo era un potente morso inflitto alle dita dei piedi (quasi sempre l'alluce). Nel dialetto popolare, il "medico" assunse così il soprannome di "beccamorto". Questa pratica diede origine a un vero e proprio mestiere.

La tradizione prevedeva che tale mestiere fosse tramandato dal padre al primo figlio maschio ma, verso la fine del medioevo, accadde qualcosa che cambiò il futuro dei beccamorti. Uno dei beccamorti più famosi di Bologna, non riuscì a concepire un figlio maschio; la moglie infatti, partorì ben quattro figlie femmine. Il beccamorto, per evitare l'estinzione del mestiere, fece istanza alla chiesa per ottenere una dispensa al fine di poter tramandare la professione alla sua figlia femmina, la quale dopo, aver ricevuto la benedizione, iniziò tale lavoro. Il caso volle che il suo primo morto fu un uomo al quale un carro aveva tranciato entrambe le gambe; la ragazza era indecisa sul dove infliggere il morso, ed alla fine prese una decisione.

Nacquero così le moderne pompe funebri...


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Mer Feb 21, 2007 8:15 am    Oggetto:  Il professore ed il napoletano :
Descrizione:
Rispondi citando

Sul volo New York - Roma c'è un professore di scienze naturali della Duke University, che deve presiedere ad un congresso che si terrà nella nostra capitale.

Una volta decollato, il professore apre la sua 24-ore, per scoprire amaramente che ha dimenticato gli appunti del suo discorso. Non sapendo come passare il tempo, si fa consegnare dalla hostess una rivista, ma gli argomenti sono tutti banali per un uomo di scienza come lui, abituato a ben altro...
Il professore nota, da un giornale, che il suo vicino di posto è italiano.
Essendo un poliglotta, coglie l'occasione per parlare un po'...
"Scusi se la disturbo. Mi presento: sono il professor Tom Harold Greenwald, docente della Duke".
"Aeeehhh... tant piacere. Lo Russo Domenico. Sùdde Napule e faccio l'imbianchino."
"Le andrebbe di fare un gioco di indovinelli culturali, tipo Trivial Pursuite, giusto per ammazzare la noia del viaggio?"
"Mi piacerebbe tanto professò, ma tengo sonno."
"E se ci fossero dei soldi di mezzo?!"
"E cumme funziona?"
"Io le faccio una domanda e se lei non mi risponde esattamente mi darà 10 €. Poi lei farà a sua volta una domanda e se io non rispondo esattamente la darò 50 €."
Il napoletano ci pensa un po' su e poi risponde: "E va bbuò... Però 'na volta sola e cummincie j"
"D'accordo! Ponga il suo quesito..." risponde il professore tutto contento.
"Cumme se jama chill'animale che sale la montagna cu cattr zampe e se ne scende cu tre???"
L'americano strabuzza gli occhi e comincia a pensarci fitto fitto, mentre l'altro si appisola.

Dopo mezz'ora è il panico totale... Il professore non riesce a trovare la risposta, e per lui il fatto è inconcepibile. Quindi inizia a scartare tutti gli esseri viventi del pianeta, uno ad uno.
Dopo 4 ore, rassegnato, sveglia l'uomo: "Mi arrendo! Ecco i suoi 50 €."
Il napoletano, con gran lentezza di movimenti ripone i soldi nel portafoglio, mentre l'altro scalpita per conoscere la soluzione, fin quando...
"Allora, mi dice la soluzione del quesito?"
"Mi scusaste, ma cal era la dimanna?"
"Come si chiama l'animale che sale la montagna con 4 zampe e scende con tre?"
L'uomo ci pensa un po' su, e poi risponde: "Nuu saccio! Ecche i 10 €."
Si gira dall'altra parte e si rimette a dormire...

DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Mer Feb 21, 2007 1:02 pm    Oggetto:  Old Economy :
Descrizione:
Rispondi citando

Un disoccupato sta cercando lavoro come uomo delle pulizie alla Microsoft. L'addetto del dipartimento del personale gli fa fare un test (spazzare il pavimento), poi lo intervista e alla fine gli dice:
"Lei è assunto. Mi dia il suo indirizzo di e-mail, così le mando un modulo da riempire insieme al luogo e la data in cui si dovrà presentare per iniziare il suo nuovo lavoro". L'uomo, sbigottito, risponde che non ha il computer, né tantomeno la posta elettronica. Il tipo gli risponde che se non ha un indirizzo e-mail significa che virtualmente non esiste e quindi non gli possono dare il lavoro.

E così esce, disperato, senza sapere cosa fare, e con solo 10 $ in tasca. Decide allora di andare al supermercato e comprare una cassa di 10 chili di pomodori. Vendendo porta a porta i pomodori in meno di due ore riesce a raddoppiare il capitale, e ripetendo l'operazione altre 3 volte si ritrova con 160$. A quel punto realizza che può sopravvivere in quella maniera.
Parte ogni mattina più presto di casa e rientra sempre più tardi la sera, e ogni giorno raddoppia o triplica il capitale. In poco tempo si compra un carretto, poi un camion e in un batter d'occhio si ritrova con una piccola flotta di veicoli per le consegne.
Nel giro di 5 anni il tipo è il proprietario di una delle più grandi catene di negozi di alimentari degli Stati Uniti. Allora pensa al futuro e decide di stipulare una polizza sulla vita per lui e la sua famiglia. Contatta un assicuratore, sceglie un piano previdenziale e, quando alla fine della discussione, l'assicuratore gli chiede l'indirizzo e-mail per mandargli la proposta, lui risponde che non ha il computer né l'e-mail.

"Curioso..." osserva l'assicuratore. "Avete costruito un impero e non possedete una e-mail. Immaginate cosa sareste se aveste avuto un computer!!!!".

L'uomo riflette e risponde: "Sarei l'uomo delle pulizie
della Microsoft".


Morale n° 1: Internet non ti risolve la vita.
Morale n° 2: Se vuoi essere assunto alla Microsoft, cerca di avere una e-mail.
Morale n° 3: Anche se non hai una e-mail, ma lavori sodo puoi diventare miliardario.
Morale n° 4: Se hai ricevuto questa storia via e-mail hai più possibilità di diventare uomo delle pulizie che miliardario.


Ipse dixit...

1. "640 Kbytes sono sufficienti per qualsiasi applicazione".
(Bill Gates, 1981)

2. "Penso che ci sia posto, sul mercato mondiale, per circa 5 computers".
(Thomas J. Watson, Amministratore Delegato IBM, 1948)

3. "In futuro un computer potrà forse pesare solo 1,5 tonnellate".
(tratto da "Popular Mechanics", 1949)

4. "Che bisogno ha una persona di tenersi un computer in casa?".
(Kenneth Olsen, fondatore della Digital Equipment, 1977)


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
Spaolithos

Ospite















MessaggioInviato: Gio Feb 22, 2007 4:44 am    Oggetto:  Il Bancomat e le donne...
Descrizione:
Rispondi citando

Bancomat "Drive-through"

I così detti Bancomat "Drive-through", sono le macchine Bancomat di ultima generazione, le quali permetteranno al cliente di prelevare contanti senza scendere dall'automobile. Una grande comodità, che tuttavia ha fatto riscontrare sin dalle prime installazioni, una differente modalità di utilizzo, da parte degli uomini e da parte delle donne; infatti sono state rilevate le seguenti procedure:


PROCEDURA MASCHILE

1. Avvicinarsi con l'autovettura al bancomat.
2. Abbassare il finestrino.
3. Inserire la carta nel bancomat e digitare il PIN.
4. Digitare l'importo desiderato.
5. Ritirare la carta, il contante e la ricevuta.
6. Richiudere il finestrino.
7. Ripartire.


PROCEDURA FEMMINILE

1. Avvicinarsi con l'autovettura al bancomat.
2. Fare retromarcia fino ad allineare il finestrino al bancomat.
3. Riavviare il motore che nel frattempo si e spento.
4. Abbassare il finestrino.
5. Trovare la borsetta e svuotare tutto il contenuto sul sedile passeggeri per trovare la carta.
6. Localizzare la trousse e controllare il trucco sullo specchietto retrovisore.
7. Provare ad inserire la carta nel bancomat.
8. Aprire lo sportello per facilitare l'accesso al bancomat a causa dell'eccessiva distanza dell'automobile.
9. Inserire la carta.
10. Reinserire la carta nel verso giusto.
11. Risvuotare la borsetta per cercare l'agenda con il PIN scritto sul retro della pagina di copertina.
12. Digitare il PIN.
13. Premere Cancel e digitare il PIN corretto.
14. Digitare l'importo desiderato.
15. Ricontrollare il trucco nello specchietto retrovisore.
16. Ritirare il contante e la ricevuta.
17. Svuotare ancora la borsetta per trovare il portafogli e riporci il contante.
18. Riporre la ricevuta insieme al blocchetto degli assegni.
19. Ricontrollare il trucco ancora una volta.
20. Ripartire e percorrere 2 metri.
21. Fare retromarcia fino al bancomat.
22. Ritirare la carta.
23. Risvuotare la borsetta, trovare il portafogli e collocare la carta nell'apposito comparto.
24. Ricontrollare il trucco.
25. Riavviare il motore che nel frattempo si era spento.
26. Guidare per 5 o 6 chilometri.
27. Togliere il freno a mano.

DA Spaolithos: -moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Gio Feb 22, 2007 2:17 pm    Oggetto:  Indovinelli sugli uomini :
Descrizione:
Rispondi citando

Indovinelli cattivelli sugli uomini...

D: Perché gli uomini sono come i gamberi?
R: Perché tutto è buono tranne la testa.

D: Perché gli uomini sono come i delfini?
R: Perché dicono che sono intelligenti, ma nessuno ha mai potuto provarlo.

D: Perché gli uomini sono come le lumache?
R: Perché hanno le corna, salivano e si trascinano... in più pensano che la casa sia loro.

D: Perché gli uomini sono come il video-registratore?
R: Perché fanno: avanti, indietro, avanti, indietro, eject!

D: Perché gli uomini sono come un forno a micro-onde?
R: Perché si riscaldano in 15 secondi.

D: Perché gli uomini sono come spermatozoi?
R: Perché solo uno su un milione è utile.

D: Perché le batterie sono meglio degli uomini?
R: Perché hanno almeno un lato positivo.

D: Perché gli uomini sono come una tazza di caffè?
R: Perché non c'è nessuna differenza: ti innervosiscono tutti e due.

D: Perché le donne non si sposano più?
R: Perché preferiscono avere il lardo in frigorifero che un porco nel salotto.


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
SPAOLITHOS

Ospite















MessaggioInviato: Ven Feb 23, 2007 6:47 am    Oggetto:  Cognomi celebri :
Descrizione:
Rispondi citando

Ministro dei trasporti italiano: Guido Maluccio
Ministro dei trasporti inglese: Cooper Tony
Ministro dei trasporti cinese: Choun Chao
Ministro della sanità giapponese: Urino Suimuri
Ministro dell'ecologia russo: Andrej Peribosky
Ministro dell'agricoltura russo: Cjioli Kharcioff
Ministro delle poste statunitense: Frank Boll
Ministro delle finanze cinese: Teng Cing Lir
Ministro della giustizia italiano: Massimo Della Pena
Ministro degli affari pubblici italiano: Menelao Lemani

Atleta 110 m ostacoli cinese: Cin Chan Pai
Atleta 10000 m egiziano: Maki Mhelo Fafa'
Tuffatrice spagnola: Maron Che Pansada
Pugile coreano: Soscjto Ntronato
Motociclista giapponese: Haio Fuso Lamoto
Portiere della nazionale maschile di calcio italiana: Noè Paro
Portiere della nazionale femminile di calcio rumena: Sara Cinescu

Sarto giapponese: Tayato Sumisura
Dentista giapponese: Tekuro Nakarie
Dietologo giapponese: Tekalo Likili
Alcolizzato arabo: Nabir Albar
Becchino arabo: Thefo Nabara
Commissario di polizia rumeno: Scike Lupescu
Terrorista nigeriano: Mobudo Lebomb
Giocatore di poker cinese: Chon Full
Cuoca ucraina: Olga Kocimelova
Vulcanologo giapponese: Sarifuma Fujo Kolamoto
Ginecologa italiana: Melalavo Domenica
Omosessuale greco: Mika Thelodograthis
Omosessuale russo: Andrej Koimasky

DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
Spaolithos

Ospite















MessaggioInviato: Ven Feb 23, 2007 11:41 am    Oggetto:  Adamo e la donna ed Eva e l'uomo ...
Descrizione:
Rispondi citando

ADAMO E LA DONNA :

Adamo passeggiava per il giardino dell'Eden e si sentiva molto solo, così Dio gli chiese: "Cosa c'è che non va?"
Adamo rispose che non aveva nessuno con cui parlare.
Dio gli promise che gli avrebbe procurato compagnia e che sarebbe stata una donna. Gli disse: "Questa persona procurerà il cibo per te, cucinerà per te, quando sporcherai i vestiti lei li laverà per te. Sarà sempre d'accordo con le tue decisioni. Alleverà i tuoi figli e non ti chiederà mai di svegliarti nel cuore della notte per prenderti cura di loro. Non brontolerà mai e sarà sempre la prima ad ammettere che aveva torto quando litigherete. Non avrà mai mal di testa e ti darà amore e passione incondizionati tutte le volte che ne avrai bisogno."

Adamo chiese: "Ma quanto mi costa una donna così?"
Dio rispose: "Un occhio" (da qui il famoso detto...)

Allora Adamo ci pensò un po' sopra, e poi chiese:
"Cosa posso avere per una costola?"

Il resto è storia...


EVA E L'UOMO:

Un giorno, nel giardino dell'Eden, la prima donna, che per comodità chiameremo Eva, disse a Dio: "Signore, ho un problema!".
"Quale problema, Eva?". "Signore, so che mi hai creata e che hai provveduto a questo stupendo giardino, e hai creato per me tutti questi meravigliosi animali, soprattutto quell'allegro e buffo serpente... Ma io non mi sento davvero felice..."
"Come mai, Eva?", fu l'immediata replica dall'alto.
"Signore, mi sento sola. Ho bisogno di una compagnia".
"Bene Eva, in questo caso creerò un uomo per te".
"Che cos'è un... uomo, e soprattutto come sarà, mio Signore?".
"L'uomo sarà una creatura difettosa, con molti aspetti negativi. Ti dirà la verità o ti mentirà, a seconda di quello che gli conviene, ma mai con la malizia che ti contraddistingue. Ti prenderà in giro e sarà vanaglorioso, in pratica ti darà molti problemi. Sarà più grande di te e più veloce, più forte, sarà violento e amerà cacciare ed uccidere. Avrà uno sguardo scioccamente curioso, insistente; ma visto che ti stai lamentando, lo creerò in modo che possa anche soddisfare le tue, ehm, necessità fisiche. Sarà un po' scarso d'intelletto e s'impegnerà in occupazioni infantili, come la lotta e prendere a calci una palla. Non sarà molto sveglio, e avrà spesso bisogno dei tuoi consigli per pensare correttamente. Anzi, spesso, dovrai proprio prenderlo per mano... e non solo da piccolo... Bada, che ti darà piaceri e tanti dispiaceri, cominciando
dal dolore al momento della nascita..."

"Sembra una cosa divertente!", commentò Eva ammiccando ironicamente.
"E dove sta la fregatura?", aggiunse...
"Nessuna fregatura, ma... lo puoi avere ad una condizione".
"Quale?". "Come ti ho detto, sarà orgoglioso, arrogante e autocompiacente... Perciò dovrai fargli credere che è stato creato lui per primo... Ricorda... è il nostro segreto... da DONNA a DONNA!".


DA SPAOLITHOS: - moderatore del forum di manuali.net -
Torna in cima
Furby

Ospite















MessaggioInviato: Sab Feb 24, 2007 5:00 am    Oggetto:  Omino calvo e piccolino ...
Descrizione:
Rispondi citando

1. "Un omino nel camino, basso, calvo e piccolino. Ma tu guarda è già natale! Ma non sta scendendo... sale! Sta fregando tutti i doni... porca miseria è BERLUSCONI!!!!"

2. Domanda: Lo sapete come si ammazza un orologiaio???
Risposta: Colpendolo.


DA : Furby - forum di manual.net -
Torna in cima
DRISS e Alias_sail

Ospite















MessaggioInviato: Dom Feb 25, 2007 2:49 am    Oggetto:  Ringraziamenti e saluti finali ...
Descrizione:
Rispondi citando

Le palle dei topi americani sono normalmente più grandi e più dure di quelle dei topi d'oltreoceano. (e te pareva NDR.)

Questa mattina, ho preso un caffè con "zucchero".
MI ha cantato tutte le sue canzoni!!!

* Ops ne conosco uno solo via internet (di mouse ...intendo...) ... e sembra che sia veroooo
Ma ci avete pensato che ai mouse americani sono state le italiane a farle crescere in misura e durezza ?

Aggiungo che vi sta succedendo ?

Complimenti a tutti sono davvero belle!


DA: DRISS e Alias_sailA: - moderatrici del forum di manuali.net -
Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Cartoni animati, fumetti, racconti, fiabe, proverbi, barzellette, film, telefilm (vecchi e nuovi) per bambini, ragazzi, adulti e anziani Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Vai a pagina Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum




contatore di visite gratis
Besucherzähler
contatore di visite gratis



Il Forum Universale topic RSS feed 
Powered by