Indice del forum

L'arrivo all'immortalità degli esseri viventi ...

Forum con tutte le soluzioni "reali" ricercate sulla: salute, benessere, filosofia, amore, Astronomia, occulto, magie, miracoli, Religioni, arte, scoperte, cucina; informatica, lavoro, scuola, giochi, TV, sport, motori, musica, umorismo, annunci, lotterie

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum


ANTISEMITISMO - FINALMENTE LA VERITA' -
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia Dei Secoli. Antico e moderno: cultura, arte, pittura, scultura, mitologia, musei, disegno, libri, poesia, fotografia, modelli, collezioni, mode
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Organiza

Ospite















MessaggioInviato: Sab Ago 19, 2006 8:41 pm    Oggetto: Note ANTISEMITISMO - FINALMENTE LA VERITA' -
Descrizione: CRONISTORIA DELLE PERSECUZIONI AGLI EBREI ***post da sistemare***
Rispondi citando

INTRODUZIONE
La presente lettera è indirizzata al sano popolo ed alle persone di potere nei vari campi: politico, economico, mediatico, scientifico, religioso, che non sono drogati dall’effimera vanagloria del potere stesso.che svia dai problemi essenziali ed esistenziali importanti. La “razza superiore” sa come trattare gl’imbecilli. Sono esclusi i burattini che si sono già bevuto il cervello, che non vedono o non vogliono vedere aldilà del proprio naso. Essi non fanno altro che condannare ottusamente e come marionette il pur esecrabile terrorismo, e pensano di poterlo combattere con l’ottusità, del muro contro muro, anziché cercare di comprenderne le ragioni, il solo modo per poterlo vincere. Col vostro metodo perderete e farete perdere la pace all’intera Umanità. Non vi rendete conto che state facendo il gioco di coloro che questo vogliono. Non ci si può difendere dai terroristi, è stato anche detto da numerosi esperti di problemi sociali, ed è stato riconosciuto il successo dei terroristi. Uno solo di essi può bruciare mezza America con un semplice fiammifero, lo volete capire si o no?!? Sono sbalordito da tanta ottusità ed ignoranza. Inoltre, i terroristi non sono quattro gatti, è una popolazione immensa, quasi tutti gli islamici, anche se solo alcuni di essi sono terroristi, chi più chi meno condividono quella che al momento sembra essere l’unica battaglia possibile per far capire le proprie ragioni. C’è chi nella storia ha ucciso e uccide tutt’oggi molta più gente con metodi soprattutto occulti, ma anche palesi.
Se, dopo averla letta, ne condividerete il contenuto inoppugnabilmente storico, scevro da pur sempre possibili coinvolgimenti emozionali personali, nella introduzione e nel prologo, diffondetela quanto più potete. La conoscenza del problema in essa esposto non può che far bene a tutti noi ed è un passo importante per la soluzione dello stesso. In essa non si incita alla violenza ma alla comprensione e ad un’energica ma pacifica convivenza.
Pubblico la seguente lettera, tanto se mi ammazzano, le autorità sono già state informate, uno in più uno in meno che differenza fa? Con lo sterminio umanitario che c'è da migliaia e migliaia d’anni…Oggi, esso sembra aver raggiunto limiti estremi mai raggiunti nella storia. Ogni giorno sentiamo di crimini efferati che hanno alla base problemi di difficoltà economiche. Chi ha la mia età (58 anni) sa quanta pace e benessere sociale vi fu da dopo la 2° guerra mondiale fino agli anni 60-70, il tempo che gli ebrei si riorganizzassero, per dominare economicamente e quindi politicamente e socialmente il mondo, e i crimini d’ogni genere andarono via via ad aumentare, in quantità ed efferatezza. Questi crimini non sono stati compiuti ad opera di terroristi e sono infinitamente più numerosi. Lungi da me il volere giustificare i terroristi ma, paradossalmente, al cospetto di Dio, sono anch’essi vittime di un “male superiore”. Oggi, secondo i testi biblici, siamo già in piena vigilia dell’apocalisse, figli che uccidono i genitori, padri e madri che uccidono i loro figli anche in tenerissima età ecc....e tutti, sembra che dormono. Personalmente, riconosco di essere a pezzi, il peso della verità percepita da solo e prima di tutti gli altri, è enorme, ma sono sempre in equilibrio, lucido, con i piedi ben piantati per terra e combattivo come sempre. Capisco anche che per credere a qualsiasi verità importante, ognuno deve averla maturata, altrimenti non ci crederà mai – e per maturare una verità come quella che Vi propongo qui di seguito, ce ne vuole di lavoro e crescita evolutiva, perdonatemi ma è così.
Sono troppo preoccupato per i pericoli che corre questa nostra Umanità. Angosciato dalla consapevolezza di aver capito questa terribile verità, il cui immenso peso grava come un’enorme macigno sulle mie spalle quasi schiacciandomi. Difficilmente la grande massa può capire se non è aiutata. Io offro quest’aiuto gratuitamente, il lavoro l’ho fatto io. Nello stesso tempo cerco conforto a queste mie preoccupanti riflessioni, non è bello sentirsi solo. Tuttavia, so già che difficilmente qualcuno mi ascolterà, specialmente coloro che hanno un certo potere, i più duri di testa. Io auguro loro di svegliarsi e che percepiscano almeno un decimo di verità sul problema ebrei e loro tirapiedi per convenienza. Auspico un contenimento, con cristiane maniere e laiche Leggi, agli smisurati accumuli di ricchezze che creano squilibri nell’economia dei singoli paesi, Europea e mondiale, con tutte le conseguenze che ciò comporta. Inoltre, ritengo che sarebbe importante far abolire la massoneria che utilizza metodi disonesti per competere nella società civile, creando squilibri sociali. Vi prego di credermi, lo stesso problema, economico alla base, si è ripresentato nella storia di 4305 anni innumerevoli volte, e gli autori furono sempre loro gli ebrei. Questa è storia innegabile. Se in 4305 anni il comportamento degli ebrei è sempre stato lo stesso, perché mai solo in quest’ultima epoca lo avrebbero dovuto cambiare? Per la Vostra bella faccia? SVEGLIATEVI una volta per tutte. L’unico modo affinché il problema si risolva civilmente e senza violenza, è che Voi governanti prendiate coscienza di esso. Viceversa, sarà rivolta popolare e la violenza non potrà essere evitata. La conoscenza corre su internet e molto presto la grande massa ne prenderà coscienza.

LEGENDA
SEMITI = Secondo la tradizione biblica, i discendenti di Sem. Il ceppo originario avrebbe avuto sede nell’Arabia, dalla quale i Semiti si sarebbero poi diffusi in varie regioni dell’Oriente e del Mediterraneo, fondando le varie comunità storiche: assiro-babilonese, fenicia, ebraica, aramaica, araba. Hanno capelli neri, naso grosso e aquilino, cranio dolicocefalo, intelligenza acuta e vivace.
ANTISEMITISMO = Movimento d’origine antichissima contrario agli ebrei, dovuto a cause non tanto religiose, quanto economiche e sociali, ed iniziò verso il V secolo a.c., quando a seguito di numerosi attacchi nella loro terra, furono costretti a disperdersi e dimorare presso altre popolazioni. Questo è quanto dice l’enciclopedia Bompiani ma, in realtà, a mio avviso, esso è assai più antico, almeno 10.000 anni.

1a Premessa - Storicamente chi è stato più avanti rispetto ai suoi contemporanei, è sempre stato incompreso, ingiustamente condannato e in futuro riabilitato. Cerchiamo d’imparare dagli errori del passato per non ripeterli, anche se non ho molta fiducia, visto che la stessa storia c’insegna che la perseveranza nell’ottusità in questo aspetto è d’obbligo. Non sia per altro ma perché questo danneggia l’evoluzione. Fatta questa prima breve premessa, è importante farne una seconda, prima di venire al dunque.

2a Premessa – LA MIA VERSIONE SULL’ORIGINE DELLA RAZZA EBREA
La razza ebrea origina dai sopravvissuti d’Atlantide, distrutta per castigo divino. Questo spiega l’effettiva loro superiorità rispetto a tutte le altre razze umane della Terra. Dio crea liberi ed ha creato liberi anche loro ma, la maggioranza di essi ha traviato e, malgrado abbiano subito una potente lezione, prima ad Atlantide e dopo a Sodoma e Gomorra, non hanno accettato le lezioni e hanno continuato a comportarsi immoralmente ed a sfidare Dio. Infatti, hanno in programma la distruzione del genere Umano fedele a Dio. Questo non significa che tutti gli ebrei sono contro Dio e contro l’Umanità, ma la maggioranza di essi, altrimenti Dio non li avrebbe castigati così fortemente. Una minoranza, invece, è buona, ed ha generato Gesù che non è da confondere con Dio che è il Creatore di tutto, Gesù è un Suo figlio e nostro fratello maggiore, Gesù non è Dio. Nel corso dei secoli, questa minoranza, ha subito così tanti condizionamenti che oggi è disorientata. Loro davvero sono le vittime che hanno subito di più. Essi hanno subito tutto il male causato originariamente dai loro stessi fratelli e, allo stesso tempo, da un’umanità ignorante che ha sempre fatto di tutta l’erba un fascio.

TESTO
Ho analizzato la storia su parecchi autorevoli e rari testi ed ho potuto costatare che sono almeno 4305 anni (quelli conosciuti dai testi ma per me almeno 10.000 anni) che gli Ebrei creano problemi all’Umanità, della quale loro non si sentono parte, e, di tanto in tanto, popoli, sovrani e papi, nel corso dei secoli hanno preso coscienza di ciò e li hanno perseguitati cercando di distruggerli senza mai riuscirvi. Gli ebrei, da sempre, hanno cercato di distruggere e gettare nel caos l’umanità danneggiandola col potere del denaro, strumento da sempre assimilato al demonio, e che loro hanno sempre usato con sovrumana abilità. Invero, la sovrumana abilità può definirsi meglio e più propriamente come disonestà, crudeltà e mancanza di sentimenti umani. Una società civile può essere uccisa con metodi più sottili che con l’uccisione fisica di tutti i suoi elementi. Essa può essere gettata nel caos attraverso la distruzione della sua economia. Quindi, quando parlate di tolleranza, riflettete bene. Siete tolleranti con chi uccide senza distinzione vecchi, uomini, donne, bambini? Siete tolleranti con chi uccide l’Umanità? Se lo siete, equivale ad essere asserviti e complici di disastro umanitario. Personalmente non voglio torcere un solo capello a nessun ebreo ma, civilmente limitarne l’eccesso di potere economico, politico, sociale, è assolutamente di vitale importanza per tutto il genere umano. Spero vivamente che un giorno, prima che sia troppo tardi, apriate gli occhi, che vi svegliate per guardare la realtà quale essa è. Bisogna domandarsi perché gli eventi succedono, c’è sempre una ragione, non avviene tutto così, per caso. Bisogna domandarsi perché la società civile si sta degradando sempre più, bisogna capire perché. Vi faccio una domanda: pensate voi che 4305 anni di persecuzioni agli Ebrei da parte dei più importanti ed evoluti Stati della Terra quali Italia, Germania, Austria, Francia, Spagna, Inghilterra, Norvegia, Finlandia, Danimarca, Belgio, Lussemburgo, Grecia, Albania, Egitto, Russia, Lettonia, Lituania, Estonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Bulgaria, Jugoslavia, Romania, Polonia, Cina, Cambogia, Turchia, Indonesia, Sudan, Ruanda, Burundi ecc. (in pratica non esiste paese al mondo, abitato da ebrei, in cui, in un modo o nell’altro, non siano stati perseguitati, ma sempre dopo aver creato ad essi problemi), e da parte di grandi personaggi della storia, quali imperatori, sovrani, re, saggi, storici, filosofi, scrittori, papi e persino santi, quindi persone d’alto livello evolutivo, morale ed intellettuale, siano stati messi in pratica per un capriccio? Oppure perché vi era una ragione sociale e umana plausibile? Dovremmo pensare che sbagliavano tutti? Rinnegare una parte cospicua e importante dell’Umanità? Grandi civiltà con le loro più o meno antiche storie e assolvere gli Ebrei? Oppure, se abbiamo ancora un briciolo di senno, e semprechè ancora siamo in tempo, prendere i dovuti provvedimenti?! Alla domanda “sbagliavano tutti?” personalmente rispondo di si, sbagliavano tutti, nel metodo. Si utilizzò sempre l’errato metodo violento, ad eccezione di Napoleone. Si è sempre, più o meno, centrata la diagnosi, ma la terapia fu sempre sbagliata. Per tale ragione, in tanti anni di cure sbagliate l’ammalato ha peggiorato tantissimo e adesso è molto grave, sta quasi per morire, oltre non può andare, il baratro è imminente. Per l’enormità di male occulto e palese che gli ebrei stanno causando a tutto il genere umano, è assolutamente logico pensare che Dio stia preparando per loro un’ennesima nuova ed esemplare punizione. Egregi amici, state in guardia, la pacchia sta per finire, avete già superato ampiamente il limite. Parliamo di degradazione sociale…già, essa è nella bocca e nei pensieri di tutti, si conversa quotidianamente intorno ad essa, ma nessuno si spiega perché ciò stia accadendo ormai da più decenni, figurarsi se avrebbero potuto prendersi provvedimenti per un problema sconosciuto.
Per me qualsiasi cosa succeda c’è sempre una ragione ed una causa, occorre solo individuarla. Allora facciamo uno sforzo di sottile intelligenza, andiamo aldilà dei nostri limiti individuali, attingiamo dalla potente Sorgente di Sapienza Divina o al più terreno Inconscio Collettivo, sede d'immensa sapienza. E’ quello che ho fatto io e che può fare qualsiasi essere umano. Lampi di conoscenza di Verità Divine ci affermeranno la verità sui vissuti storici umani, e li potremo recepire nella loro realtà oggettiva. Così, la conoscenza della storia Umana, con l’aiuto di Dio, ci rivelerà tutto. Solo così potremo prendere le adeguate serie contromisure. Viceversa, qualsiasi altro provvedimento sarà preso, non servirà per risolvere i problemi e la degradazione sociale cui assistiamo da parecchi anni, e che è imputabile solo ed esclusivamente alle opere degli Ebrei ed a chi li sostiene, peggiorerà sempre di più.
A mio avviso ci sono ragioni che travalicano la responsabilità umana, ci sono in ballo energie sovrumane. Fermo restando che la prima ha una sua parte di responsabilità, la responsabilità dell’ignoranza, della noncuranza, dell’immobilismo, del passivismo, dell’interesse privato costi quel che costi, della vanagloria nel potere economico, politico, mediatico, scientifico, religioso. Chiamo alle loro responsabilità anche questi ultimi personaggi non ebrei. Chi invece collabora attivamente e materialmente come gli Ebrei con le forze maligne sovrumane, con un rapporto più diretto e con la precisa volontà di distruggere il genere Umano, ha una responsabilità ben più grave. Se in 4305 anni gli Ebrei non hanno mai modificato il loro credo, allora dovremmo seriamente prendere in considerazione il fatto che gli stessi siano i veri nemici dell’Umanità, e allora vanno inquadrati e limitati, prima che sia troppo tardi e che non diffondano oltre la loro corruzione (come diceva Napoleone).
Se riflettiamo, il metodo violento, non solo non ha mai funzionato, è ingiusto, ma soprattutto è contro la volontà di Dio. Occorre agire con intelligenza, pacificamente, similmente alle azioni intraprese da Napoleone, imporre dei limiti per Legge all’autoproclamato "popolo eletto". Dire loro chiaramente che su questa Terra non c’è spazio per “popoli eletti”, e che solo l’Umanità è eletta, ed ogni singolo Uomo, se vuole evolversi verso il bene, deve dare il suo contributo costruttivo alla stessa Umanità, e non distruttivo come invece hanno fatto gli ebrei da sempre e oggi più che mai. Oggi essi detengono un potere immenso. Governano totalmente la potenza economica e militare più grande e forte del mondo, quella Americana. Inoltre, con un fortissimo potere economico nelle loro mani, condizionano le decisioni politiche dei governi di mezzo mondo. Inoltre, alimentano una guerra infinita con nessuna prospettiva all’orizzonte che possa cessare. Ovunque nel mondo ci sia guerra, c’è più o meno palesemente il loro zampino. Eh…eh…loro sono furbi, agiscono in segreto, fanno apparire altri, in segreto come con la massoneria, strumento disonesto ed illegale da loro creata, al pari di quasi tutte le associazioni segrete della storia.
In questo contesto, il sentimento più alto che ogni Essere Umano può avere, è quello di sentirsi parte di un’Umanità una ed indivisa. La soddisfazione per l’autorealizzazione, la felicità, ecc. sono sentimenti che scaturiscono dalla consapevolezza di sapere di aver lavorato, di aver lottato, di aver dato il proprio contributo e di continuare a darlo per la crescita evolutiva dell’Umanità. Gli Ebrei non si sono mai sentiti parte di questa Umanità e da sempre lo hanno dichiarato e da sempre si sono comportati di conseguenza. Quel nobile ed elevatissimo sentimento Umano in loro evidentemente manca. Per salvare la faccia occorreva dare una giustificazione nei confronti dell’Umanità e nei confronti della loro stessa seppellita coscienza su chi essi siano e cosa ci stiano a fare in questa Terra popolata da un’Umanità unita da quel nobile sentimento di cui sopra e che non esclude nessun Uomo pur delle quattro o cinque differenti razze di diversa provenienza galattica. La giustificazione, “dicono loro”, è che sono il “popolo eletto”. Lo dico anch’io che sono il popolo eletto, ma da Satana che da sempre lotta contro l’Umanità e da circa 4305 anni appoggiato sulla Terra dagli Ebrei.
“I protocolli dei savi anziani di Sion”(Russia 1903), che sia un autentico od un falso, non cambia nulla sulla profetica, concreta e puntuale realizzazione di quanto in essi contenuto, e che sembra essere partorito da degni rappresentati di demoni sovrumani che vogliono solo il male dell’umanità.
Per notizia culturale cito che: la comunità ebraica di Roma è la più antica d’Europa, e la sinagoga romana persino più antica del Papato. Quest’ultimo, si ha la sensazione che sia stato voluto da Dio per contrastare la dilagante corruzione del tempio malefico della Sinagoga. Singolare è che la concentrazione d’Ebrei in Italia, sede della cristianità, è la più bassa di tutti gli altri paesi europei…forse qui vi è una certa sofferenza per loro che mal sopportano:

Stati Uniti 5.671.000 (stima)
Israele 5.200.000 (stima)
Europa Meno di due milioni (stima)
Francia 600.000 (stima)
Regno Unito 267.000 (censimento del 2001)
Germania 100,000 (2004 stima) o 60,000 (stima)
Ex URSS 400.000 (stima)
Canadà 371.000 (stima)
Argentina 250.000 (stima)
Brasile 130.000 (stima)
Australia 100.000 (stima)
Sudafrica 106.000 (stima)
Messico 40.700 (stima)
Asia (escluso Israele) 50.000 (stima)
Italia 35.000 (stima)
Totale 13.900.000 (stima)

Eccovi un sintetico exursus storico sulle persecuzioni agli Ebrei e sulle sistematiche e regolari persecuzioni da parte delle varie grosse personalità politiche e religiose del tempo (Imperatori, Saggi. Sovrani, Storiografi, Papi e persino Santi importanti come San Paolo, San Matteo, San Luca e San Marco). Tutti e quattro i santi erano ebrei, quindi, stesso livello evolutivo ma altra direzione. Chi poteva conoscere meglio di loro i loro stessi fratelli?! Con la distinzione che i quattro santi, insieme ad una minoranza erano al servizio di Dio, mentre la maggioranza si era corrotta e serviva, come tutt’oggi, il demone maligno. Ma al disopra di tutti metto il popolo Umano prima vittima sino a limiti estremi e dopo in rivolta verso quegli usurai impietosi, sanguinari e ritualisti abominevoli.
Verso il 2300 a.c., il patriarca semita Tharè discendente di Heber (quest’ultimo aveva fondato la città di Ninive gran centro dell’Assiria), pronipote di Sem (uno dei figli di Noè), a seguito d’invasione da parte di popolazioni di razza Turanica della Susiana (ad est del fiume Tigri in Caldea) con il suo popolo dovettero abbandonare la terra d’Ur in Caldea dove vivevano ed andarono a stanziarsi in Harren. Sconosciamo il reale motivo di tale attacco ma possiamo anche immaginarlo per analogia se consideriamo le ragioni (sempre uguali) delle innumerevoli e ripetute persecuzioni storiche che seguirono. Successivamente gli Ebrei per sfuggire ai maltrattamenti dei vicini Caldei, guidati dal figlio di Tharè Abramo, abbandonarono Harren, varcarono l’Eufrate, entrarono nella Siria, passarono nella Terra di Chanaan e si fermarono per poco a Sichem dove una forte carestia li costrinse ad emigrare in Egitto. Qui, grazie alla loro storica abilità, e aiutati dal Faraone, fecero fortuna e ricevettero ricchezze, schiavi, bestiame bovino, asini e greggi. Quindi, finita la carestia, guidati da Abramo, tornarono nella Terra di Chanaan presso Betel.
1) 2.460 a.c. Re Eannatum fonda a Lagash in Mesopotamia la prima scuola per scribi. La scuola da i suoi primi frutti nel 2.380 a.c.. Infatti, lo scriba Enikgal scrive ed inventa il complesso sistema amministrativo burocratico del regno e una precisa mappa fiscale. Il primo pensiero sembra quindi essere quello di far pagare le tasse ai cittadini;
2) 605-586 a.c. I Babilonesi intrapresero un’offensiva contro gli Assiri per conquistare il regno di Giuda. Gli Assiri chiesero aiuto agli Egiziani ma anche questi furono sbaragliati nella battaglia di Carchemish. Così in Egitto salì al trono il re Eliachim che giurò obbedienza a re Nabuccodonosor II di Babilonia;
3) 587 a.c. il tempio di Salomone fu distrutto ed il popolo ebraico deportato in Babilonia;
4) 414 a.c. In Egitto, sotto il regno di Dario II, i sacerdoti del dio-ariete Khnoub distrussero il tempio ebraico di Yahweh;
5) IV sec. a.c. Alcuni sovrani seleucidi, come Antioco IV Epifane, alimentavano sentimenti d’ostilità nei confronti del Giudaismo con continui attacchi contro gli usi e i costumi degli Ebrei. Inoltre, alcuni scrittori dell’epoca, come Posidonio (storico e filosofo) il quale nei propri scritti, faceva eco alle descrizioni di Manetone riguardo all’espulsione d’Israele dall’Egitto perché considerato un popolo d’appestati. Durante lo stesso periodo, il retore Apollonio Molone propose le descrizioni che già erano state evidenziate in epoche precedenti e che li accusavano di essere un popolo ateo, xenofobo e superstizioso. Nella Storia dell’Egitto, Apione, retore alessandrino, attaccò gli ebrei chiamandoli misantropi e sediziosi;
6) 112 a.c. Publio Cornelio Tacito scrive nel V dei dodici libri delle Historiae: La rivolta contro Roma e la guerra giudaica “Tito, dopo la partenza del padre Vespasiano, si accampa davanti a Gerusalemme alla testa di un'imponente armata per risolvere definitivamente a favore dei romani la guerra giudaica. Tacito inizia così una digressione sugli ebrei, la cosiddetta "archeologia giudaica", tratta cioè delle loro origini, la loro religione, le loro leggi e i loro costumi. In queste pagine emerge chiaramente l'ostilità che circondava gli ebrei fin dal III secolo a.C. e che aveva dato origine a una letteratura antisemitica. Tale atteggiamento nasce dalla forte identità etnica degli ebrei e dalla loro insofferenza a ogni tentativo di integrazione e sottomissione dall'esterno. Tacito mette in luce le profonde differenze tra la religione ebraica e quella romana, il rigido monoteismo dei primi, in effetti, li rendeva un'eccezione rispetto a popoli che adoravano decine di dei. Inoltre lo storico esprime un profondo disgusto per le loro usanze - essi seppelliscono i cadaveri, considerano empi coloro che modellano gli dei ad immagine degli uomini e non elevano statue neanche nei templi - che sono inconcepibili non solo per i Romani ma anche per la maggior parte degli altri popoli, e per questo motivo li paragona agli Egiziani. In genere i Romani erano abbastanza tolleranti nei confronti delle religioni straniere, ma quello che non potevano accettare degli ebrei era il loro proselitismo. L'avversione e il disprezzo fanno venir meno il distacco che sarebbe richiesto a uno storico, e questo accade perfino nei capitoli dedicati alla geografia del luogo: il quadro che emerge è quello di un paese inospitale e malsano, che anche nelle zone fertili presenta mostruosità e stranezze (cfr. la descrizione del balsamo - cap.6). Dopo questo excursus Tacito ricorda i precedenti rapporti tra i Giudei e Roma, per poi passare ad analizzare le origini della rivolta e riprendere dai preparativi bellici di Tito. Tacito si scagliò contro gli usi e i costumi ebraici, ritenendoli sinistri e disonorevoli. Inoltre, per la decadenza dell’Impero egli scrisse addebitando la responsabilità agli Ebrei;
7) I sec. a.c. Lo storiografo Diodoro Siculo, scrive che “gli antenati dei giudei erano stati cacciati dall’Egitto perché erano uomini empi, odiati dagli dei. Essi hanno innalzato a livello di tradizione il loro odio verso l’Umanità”;I sec. a.c. Alessandro Ianneo fa giustiziare 6000 Ebrei. In quel periodo gli ebrei erano considerati dai cristiani come individui spregevoli e demoniaci;
(106-43 a.c.) Cicerone li accusò di proselitismo fanatico, disobbedienza alle Leggi e pratica di forme abominevoli di culto. Egli criticò aspramente gli ebrei per il loro etnocentrismo e la loro intransigenza religiosa. Inoltre in una famosa orazione intitolata Pro Flacco scritta nel 59 a.c. Cicerone scriveva un lungo e dettagliato elenco di affermazioni contro gli ebrei secondo il quale essi costituivano un pericolo per l’intero sistema dei valori di Roma;
9) LETTERA AI ROMANI. Cap. 3 (§ 9-20) Paolo di Tarso (san Paolo). Abbiamo dimostrato or ora che tutti, Giudei e Greci, sono sotto il dominio del peccato, siccome sta scritto: non v'è neppure uno giusto, non v'è nessuno sensato; nessuno che cerchi Iddio. Tutti hanno traviato; si son pervertiti insieme, non v'è chi faccia il bene, neppure un solo! La loro gola é un sepolcro aperto, le loro lingue tramano inganni; un veleno d'aspidi è sotto le loro labbra e la loro bocca è piena di maledizioni e di parole amare. Veloci corrono i loro piedi a versare il sangue, sul loro cammino lasciano devastazione e miseria. Non hanno conosciuto la via della pace. Non v’è timor di Dio dinanzi agli occhi loro.
10) MATTEO 23 (&25-29) Guai a voi, scribi e farisei ipocriti! Voi che pulite il di fuori del bicchiere e del piatto, mentre il di dentro è pieno di rapina e d'immondezza. Fariseo cieco! Lava prima il di dentro del bic-chiere e del piatto; sicché anche il di fuo-ri diventi pulito. Guai a voi scribi e farisei ipocriti! Perché siete simili a sepolcri imbiancati, i quali visti di fuori, paiono splendidi, ma dentro sono pieni d'ossa di morti e d'ogni putredine. Così anche voi, di fuori apparite giusti alla gente; ma den-tro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti!
11) LUCA 19 (&45-4 I profanatori cacciati dal Tempio. Entrò quindi nel Tempio e si mise a cac-ciare i venditori, dicendo loro: « La mia casa sarà casa di preghiera, ma voi ne avete fatta una caverna di ladri» E inse-gnava ogni giorno nel Tempio. Òra, i gran-di sacerdoti e gli scribi, come pure gli anziani del popolo, cercavano di farlo perire, ma non trovavano che cosa potessero fa-re, perché tutto il popolo rimaneva rapito in lui nell'ascoltarlo.
12) MARCO 12 (&38-40) - Vanità, avarizia, ipocrisia degli scribi. Egli diceva loro nel suo insegnamen-to: « Guardatevi dagli scribi, che ambisco-no passeggiare in lunghe vesti, essere sa-lutati sulle pubbliche piazze, avere i pri-mi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei conviti; che divorano i beni delle ve-dove e fingono di fare lunghe orazioni; essi saranno più severamente giudicati ».
13) (73-135 d.c.) Tito e Adriano operarono una decimazione e dispersione del popolo ebraico. In quell’epoca si diffondevano le “leggende” sulla discendenza demoniaca degli Ebrei e sui loro riti di profanazione dell’ostia consacrata;
14) 66 d.C. Ai tempi dell'imperatore Claudio agli Ebrei fu interdetta la facoltà di risiedere a Roma, dopo alcuni anni di malgoverno romano sotto i procuratori Albino e Gessio Florio scoppiò la rivolta ebraica, una delle più gravi fra quelle che sconvolsero il mondo romano. La rivolta - alla quale non presero parte i cristiani - ebbe come promotori non solo gli Zeloti ma anche i più moderati Sadducei, e ad essa prese parte anche lo stesso Giuseppe Flavio, che non era certamente un estremista, e che più tardi si allontanò probabilmente vedendo i moti degenerare. La rivolta provocò uno scontro sanguinosissimo fra le varie fazioni ebraiche, e fu la causa di una grave carestia con molte migliaia di morti. L'ultima a cadere in mano romana fu la fortezza di Masada tenuta dagli Zeloti, i quali per non arrendersi ai Romani si suicidarono in massa;
15) 624- tribù ebraiche vengono sterminate da Maometto;
16) 628-gli ebrei di Khaibar (Arabia Saudita) devono versare tributi altissimi e ogni ebreo che compie 15 anni deve pagarlo;
17) 700-intere comunità ebraiche vengono massacrate dal re Idris I del Marocco;
1 845-vengono promulgati in Iraq decreti per la distruzione delle sinagoghe;
19) 845-861- El Mutawakil ordina che gli ebrei portino un abito giallo, una corda al posto della cintura e delle pezze colorate sul petto e sulla schiena;
20) 900-col Patto di Omar gli ebrei vengono spegiativamente chiamati dhimmi In base a tale Patto era proibito agli ebrei di costruire case più alte di quelle dei musulmani, salire a cavallo o su un mulo, bere vino, pregare a voce alta, pregare per i propri morti o seppellirli in modo da offendere i sentimenti dei musulmani. Dovevano portare abiti atti a distinguerli dai musulmani. Nasce qui e non in Europa il segno distintivo degli ebrei e l'obbligo di portare pezze sugli abiti si diffonderà in tutti i paesi arabi;
21) 1004-Il Cairo. gli ebrei sono costretti a portare legato al collo un piccolo vitello di legno e in seguito palle di legno del peso di tre chili;
22) 1006-Granada-massacro di ebrei;
23) 1033 Fez-Marocco proclamata la caccia all'ebreo. 6000 ebrei massacrati;
24) 1095. L’Occidente è brutalmente a corto d’oro. I romani hanno esaurito le loro riserve di Gallia, Iberia ed Egitto nel tentativo di colmare l’eterno deficit della loro bilancia commerciale. Papa Urbano III, nel tentativo di dare maggiore coesione alla cristianità e di galvanizzarla attraverso un’operazione di grande impatto, decide di riconquistare la Terrasanta, cioè la Palestina e indice una crociata e combatte contro i pagani dell’Europa dell’est sia contro l’islam che contro gli ebrei. Guibert de Nogent, storico dell’epoca, scrive a nome dei crociati di Rouen: “Desideriamo andare a combattere i nemici di Dio in Oriente, ma abbiamo sotto gli occhi gli ebrei, razza che più di ogni altra è nemica di Dio”. Parallelamente allo spirito religioso, c’era la considerazione che gli ebrei erano ricchissimi, perché spingersi così lontano per cercare il denaro? Così vengono organizzati persecuzioni e massacri contro gli ebrei. Pierre de Cluny, luogotenente del papa, dunque la personalità più importante della cristianità dopo il pontefice, afferma: “perché dobbiamo cercare i nemici di Dio nei paesi lontani, quando gli ebrei blasfemi, che sono molto peggio dei saraceni, vivono in mezzo a noi e oltraggiano impunemente il Cristo e i santuari della chiesa?”;
25) 1096. Filippo I espelle gli ebrei dai suoi Stati e ne confisca i beni immobiliari.
26) 1100. Espulsi tutti gli ebrei dalla Germania
27) 1147-1212- persecuzioni e massacri in tutto il nord Africa;
2 1159. Espulsi tutti gli ebrei dalla Germania;
29) 1189. Londra. Il sospetto di di un possibile sodalizio degli ebrei con il diavolo scatenò un assalto contro la popolazione ebraica;
30) Sec. XIII Innocenzo III impose agli Ebrei di portare un segno distintivo sull’abito;
31) 1208. Papa Innocenzo III in una lettera al conte di Nevers scrive: “Affinché Caino potesse aggirarsi come un fuggitivo sulla Terra senza essere però ucciso da alcuno, il Signore lo marchiò facendogli tremare la testa. Lo stesso vale per gli ebrei, per i quali il sangue di Cristo è stato versato invano; e sebbene meritassero la morte, essi sono stati dispersi sulla Terra e costretti a vagare senza meta, sino a quando, con il volto acceso dall’onta, non avessero invocato il nome del loro Signore Gesù Cristo”;
32) 1235. Fulda. All’accusa di aver trucidato cinque bambini, la comunità ebraica confessò di averlo fatto per servirsi del loro sangue a scopi terapeutici;
33) 1254. Nel XIII secolo il Concilio di Béziers, di Albi (1254) e di Vienna (1267), vietarono categoricamente ai cristiani di ricorrere alle cure di medici ebraici con la minaccia della scomunica. Stesso divieto fù sancito da un decreto emanato dall’Università di Parigi nel 1301;
34) 1290. Espulsi tutti gli ebrei dall’Inghilterra
35) 1293 Egitto e Siria -distruzione delle sinagoghe;
36) 1301 i Mammelucchi costringono gli ebrei a portare un turbante giallo;
37) 1306. Espulsi tutti gli ebrei dalla Francia;
3 1344. Distruzione delle sinagoghe in Iraq;
39) 1445. Espulsi tutti gli ebrei dalla Lithuania;
40) 1348-1350. Francia. Prese piede il sospetto, propagatosi poi anche in Spagna, Svizzera, Baviera, Renania, nei territori orientali della Germania, Belgio, Polonia e Austria, che gli ebrei fossero dediti all’uccisione di bambini cristiani, che infierissero contro l’Ostia consacrata e che dissacrassero il cristianesimo. Inoltre, gli ebrei furono accusati di avvelenare i pozzi d’acqua con impasti di lucertole, ragni, rane, cuori umani e Ostie consacrate. Per tale ragione in Francia l’intera comunità ebraica fù condannata al rogo;
41) 1348. Espulsi tutti gli ebrei dalla Germania;
42) A partire dal XII secolo cominciarono a diffondersi accuse infamanti: gli ebrei, oltre a profanare le ostie, compirebbero il sacrificio rituale di bambini cristiani per servirsi dei loro sangue nella celebrazione della loro Pasqua. Gli ebrei, infine, complotterebbero per avvelenare i pozzi e procurare pestilenze! Ne seguivano, perciò, arresti, condanne e vere stragi.Un esempio: a Strasburgo, nel 1349, tutti gli ebrei - uomini, donne e bambini - furono ammassati sul rogo: ne furono bruciati 2.000 in trentasei ore, mentre dei monaci tenevano una croce davanti ai suppliziati.
43) 1349-60. Espulsi tutti gli ebrei dall’Ungheria;
44) 1350. Espulsi tutti gli ebrei dalla Crimea;
45) 1660. Migliaia di ebrei furono trucidati durante un pogrom inferto dai cosacchi di Bogdan Chmielnitskij
46) 1370. Sainte Godute scrive raccontando del caso di profanazione dell’Ostia consacrata e di omicidi rituali, in cui gli ebrei erano ritratti “malvagi e crudeli come cani. Essi afferrarono brutalmente il bambino, lo gettarono a terra e lo calpestarono…Quegli sporchi ebrei, cani appestati, inflissero numerose ferite al bambino con pugnali e coltelli”;
47) Sec. XIV. Le epidemie dell’epoca furono occasione di rinnovate persecuzioni contro gli Ebrei, via via scacciati dai singoli Stati (Inghilterra 1290; Francia 1306 e 1394; Spagna 1492);
4 Al tempo delle crociate si ebbero massacri d’Ebrei in tutta l’Europa occidentale per il loro rifiuto di abbandonare la propria religione e le loro tradizioni che venivano visti come spirito di chiusura e ostilità. L’attività del prestito ad interesse (proibita ai cristiani in quanto causa di dannazione) loro la svolgevano regolarmente accumulando ricchezze su ricchezze;
49) Luigi IX di Francia mandò al rogo manoscritti ebraici giudicati blasfemi;
50) 1400. Pogrom in Marocco in seguito al quale si contano a Fez solo undici ebrei sopravvissuti;
51) 1421. Espulsi tutti gli ebrei dall’Austria;
52) 1428- vengono creati i ghetti (mellaha) in Marocco;
53) Inizio del XV secolo. Friburgo. Il consiglio comunale della città ordinò che tutti gli ebrei ivi residenti fossero espulsi dalla città perché periodicamente responsabili di omicidi di bambini cristiani;
54) 1477. Germania – Peter Schwartz diceva: “Di epoca in epoca gli ebrei hanno sofferto a causa di attacchi persecutori. Ciò non esclude comunque che possano essere colpevoli: essi sono perseguitati per la loro malignità, perché truffano le persone e perché, come tutti sanno, praticando l’usura e perpetrando in segreto orrendi crimini, causano la rovina di interi paesi. Lo studioso Johannes Reuchlin affermava: “Non manca giorno in cui gli ebrei non oltraggiano, bestemmiano e insozzano il nome di Dio nella persona del di Lui Figlio, il vero e unico Messia Gesù Cristo. Lo definiscono peccatore, stregone, criminale. Trattano la Santa Vergine Maria come una strega e una donna maligna. Chiamano gli apostoli e i discepoli eretici e considerano noi cristiani stolti pagani”;
55) 1490. Espulsi tutti gli ebrei dalla Provenza;
56) 1491 I reali Ferdinando I ed Isabella di Spagna avvertirono la necessità di liberare la Spagna dai Giudei, ritenuti per la loro potenza economico-finanziaria, un pericolo incombente per l’intera società spagnola. Bisognava estirpare, nel più breve tempo possibile, questa mala pianta. Gli Israeliti, avendo compreso la gravità del momento, inviarono una delegazione a corte che offrì ai reali l’enorme cifra di trentamila ducati d’oro. Improvvisamente con la furia di un toro scatenato, fece ingresso, con un crocefisso in mano, il frate domenicano Thomàs di Torquemada che aveva un forte ascendente su Isabella in quanto suo confessore personale. Il Torquemada e i suoi fratelli congregazionisti avevano già speso parecchia energia per aizzare il popolo contro gli Ebrei deicidi. Quindi, si rivolse ai reali invitandoli di non tradire Cristo come fece Giuda. I reali rinunciarono all’affare e le conseguenze per il popolo israelitico furono disastrose. A Marzo del 1492, Ferdinando I promulgò un editto con il quale si stabiliva che tutti gli Ebrei dovessero essere espulsi dai territori spagnoli entro tre mesi di tempo. I renitenti vennero puniti col sequestro dei beni patrimoniali e la pena capitale tramite rogo.
57) 1492. Espulsi tutti gli ebrei dalla Spagna dalla Sicilia e dalla Sardegna;
5 1494. Espulsi tutti gli ebrei dalla Germania;
59) 1495. Espulsi tutti gli ebrei dalla Lithuania;
60) 1497. Espulsi tutti gli ebrei dal Portogallo;
61) 1498. Inghilterra – Enrico VII giurò che non avrebbe mai più permesso agli ebrei di entrare nei suoi domini, una ferma decisione che fu rispettata anche dal suo successore;
62) 1535-Gli ebrei della Tunisia vengono espulsi o massacrati;
63) 1542 Per Martin Lutero gli ebrei erano una pestilenza indesiderata per il loro carattere mercenario, e questa era la ragione per cui erano stati continuamente scacciati da ogni paese in cui avevano abitato. Egi diede alle stampe un trattatelo dal titolo Von den Juden und ihren Lugen dove scrisse: “Essendo stranieri, gli ebrei non dovrebbero possedere nulla e tutti i loro beni devono essere nostri, per il semplice fatto che essi non lavorano e noi certo non siamo disposti a concedere loro doni. Ciononostante, essi hanno in pugno il nostro denaro e le nostre proprietà e sono diventati i padroni nel nostro paese e nella diaspora. Quando un ladro ruba dieci fiorini, viene impiccato; quando invece un ebreo ruba dieci casse d’oro con l’usura, ne va fiero più di quanto non lo sia nei confronti del suo stesso Signore!”;
64) 1554 Per editto papale veniva bruciato a Roma e negli anni seguenti in tutta Italia il Talmud poema giuridico religioso vero caposaldo dell’identità ebraica;
65) 1650- Anche in Tunisia vengono creati i ghetti, qui si chiamano hara.(nota di Deborah: chi conosce l'arabo sa che significa merda );
66) 1652. Parigi - A seguito dell’uccisione del ragazzo Jean Bourgeois ad opera di ebrei della Sinagoga, il comune pubblica una lettera di monito contro di essi, dettagliando il resoconto semplice e veritiero sull’atroce delitto commesso il 26 agosto e considerazioni sulla vita degli ebrei, sulla loro religione, il loro commercio e le loro associazioni, dove si dichiarava: “Tutti sanno che gli ebrei sono stati la vergogna di tutte le nazioni e tali sono rimasti nel corso di seicento e più anni […]. I loro usi e costumi sono una dimostrazione della loro natura esecrabile e dannata non meno di quanto non lo sia lo stato di schiavitù al quale sono stati sottoposti. Tutti sanno che gli ebrei non conoscono altro mestiere se non quello dell’usura e che la loro falsa testimonianza e le loro scellerate pratiche hanno mostrato a tutto il mondo la loro natura corrotta”. Altri scritti furono pubblicati dal seguente contenuto: “Infami assassini, detestabile nazione; orrore degli uomini, ovunque ripudiati. Ripeterete oggi le stesse orride crudeltà che hanno messo a morte il Dio grazie al quale viviamo?” e ancora “Demoni dell’inferno, razza di ebrei; uomini detestabili, maledetti quanto e più di Lucifero, malvagi quanto e più di tutti i diavoli; fiere crudeli, andatevene, perché siete indegne di vivere tra noi con la vostra sete di sangue. Altri scritti proponevano i rimedi utilizzati nel medioevo: Scacciamo dalle nostre città queste genti dai costumi malvagi oppure, su ordine regio, che indossino marchi che li distinguano dai cristiani e li ripudino tra i cani”; “Esponeteli con mani e piedi legati e che gli appartenenti alla loro stessa orda seguano le orme di colui che hanno offeso, condannandolo a una morte tanto crudele. Esponeteli alla forca senza indulgenza, né grazia o perdono”. Qualche autore suggerì la castrazione: “Ritengo che il ferro possa servire allo scopo in maniera più confacente, rimovendo interamente quel loro membro che è già di per sé inperfetto, così che essi, castigati per il loro vizio, possano sopravvivere al tormento e il loro nome, per nostro legittimo desiderio, sulla Terra perisca con essi”;
67) 1676- distruzione delle sinagoghe nello Yemen;
6 1768. I Cosacchi Haidemaki invasero l’Ucraina razziando villaggi e uccidendo ebrei fino a sterminare l’intera comunità ebraica di Uman;
69) 1776. Iraq. Gli ebrei di Basra vengono sterminati ;
70) 1785. Massacri di ebrei in Libia;
71) 1789. Voltaire: a lezione d’antisemitismo
Gli ebrei d’Alsazia e Lorena non hanno certo un buon ricordo della rivoluzione francese del 1789. Lo ricorda anche René Gutman, attuale gran rabbino di Strasburgo, tracciando un profilo del gran rabbino David Sintzheim, presidente del Gran Sinedrio all’epoca di Napoleone. I giacobini compirono in quelle regioni stragi e saccheggi analoghi a quelli contro i cristiani. E le sinagoghe, come le chiese, vennero devastate. L’intolleranza dei tolleranti, di cui naturalmente nei nostri manuali di filosofia non c’è traccia. Un esempio per tutti? Il padre della Tolleranza per eccellenza, Voltaire, scriveva queste parole a proposito del popolo ebraico: “Non troverete in loro che un popolo ignorante e barbaro, che unisce da tempo la più sordida avarizia alla più detestabile superstizione e al più invincibile odio per tutti i popoli che li tollerano e li arricchiscono”. È quantomeno interessante scoprire, nei molti articoli loro dedicati nel Dizionario filosofico e in vari Dialoghi, quanto livore l’autore del Candide nutra verso gli ebrei. A mettere in luce il suo atteggiamento ostile - e non solo il suo - nei confronti del popolo ebraico è stato lo storico Leon Poliakov nella celebre Storia dell’Antisemitismo. Il campo è però più ampio. Attilio Milano nella Storia degli ebrei in Italia nota come nonostante gli illuministi professassero una salda volontà di lotta contro l’oscurantismo e l’intolleranza, “non tutti seppero liberarsi dai vecchi preconcetti ed esprimere un giudizio equanime sulla questione ebraica”. E qui l’autore cita esplicitamente Montesquieu, D’Alembert e - udite, udite - proprio Voltaire. Insomma, praticamente tre fra i più famosi illuministi francesi. Voltaire se la prende contro i riti e le tradizioni di questo popolo: “Ricordo bene che ci sono molti paesi, tra cui quello dei giudei, in cui talvolta gli uomini vengono mangiati gli uni dagli altri”, dice il Cappone in uno dei Dialoghi di Voltaire. E la Pollastra gli risponde: “Passi per questo. È giusto che una specie così perversa divori se stessa e che la terra venga purificata da questa razza”. Se queste affermazioni non sono sufficienti ve ne sono altre in cui Voltaire si scaglia contro la fede nei miracoli del Vecchio Testamento oppure quando li definisce “i più rozzi tra gli asiatici”. Si sa molto bene quanto il celebre illuminista abbia attaccato la Chiesa, eppure non sembra sia stato più tenero verso gli ebrei: ovviamente il suo obbiettivo era la lotta a tutto ciò che lui non poteva comprendere e che, quindi, bollava come intolleranza. Solo in un determinato periodo della sua vita cambiò atteggiamento, come mette in evidenza Poliakov. E cioè quando andò in esilio a Londra. Poi mutò nuovamente quando si dedicò all’attività finanziaria “riversando su questi capri espiatori la riprovazione che aveva per se stesso”. Nonostante l’atteggiamento ostile che molti illuministi mostrarono nei loro confronti, gli ebrei francesi più laici apprezzarono comunque il filosofo illuminista per la sua presunta lotta all’intolleranza senza sospettare che, come spiega ancora Poliakov, lo schiacciamento di quella che Voltaire definiva “l’Infame” preluderà a stragi ben più vaste. È forse necessario, quindi, rivedere la tesi secondo cui la Chiesa cattolica sarebbe dietro ogni forma d’antisemitismo e riflettere su quanto ha detto lo storico ebreo Michael Tagliacozzo (cit. da Antonio Gaspari, Gli ebrei salvati da Pio XII, ed. Logos, Roma, 2001): “Per capire l’essenza dell’antisemitismo bisogna riflettere su una frase che Hitler pronunciò durante una conversazione a tavola: “Odio gli ebrei perché hanno dato al mondo quell’uomo Gesù”. D’altronde, Voltaire stesso riconosce il profondo legame fra ebrei e cristiani”. L’odio agli ebrei è andato spesso di pari passo con quello ai cristiani. Molte volte l’uno preparava all’altro. Ecco perché fa riflettere che Solovev concluda il suo Breve racconto sull’Anticristo con la sconfitta del male tramite un’alleanza fra ebrei e cristiani;
72) 1790-92- distruzione delle comunità ebraiche in Marocco;
73) XIX secolo. Quando i territori polacchi furono annessi alla Russia, la popolazione cristiana accolse con disprezzo gli abitanti ebrei che in seguito furono cacciati dai villaggi nei quali si erano stabiliti;
74) 1805-15-30 Sterminio degli ebrei di Algeri;
75) 1806. Per Napoleone gli ebrei erano: “Un popolo ripugnante, codardo e crudele. Essi sono larve, cavallette che devastano la campagna”. Ciò nonostante fu il solo personaggio della storia che, forse perché li conosceva bene, senza usare violenza su di loro, con la promulgazione di due decreti, fu capace di limitare i loro infami traffici, commerci, usure e riti. Cito testualmente: “Non è mia intenzione salvare quella razza, che sembra essere l’unica che non meriti la redenzione dalla maledizione che l’ha colpita, ma vorrei metterla nella condizione di non nuocere e di non diffondere la sua corruzione”. In quel periodo in Italia gli Ebrei furono costretti a vivere isolati in ghetti, privati di qualsiasi diritto. In Germania la situazione fu identica: anche a Francoforte gli ebrei furono relegati in ghetti, mentre quelli residenti a Lubecca furono tutti espulsi;
76) 1824. Alessandro I morì e al trono gli successe Nicola I che riprese la politica antiebraica dei sovrani che lo avevano preceduto;
77) 1840- persecuzioni e massacri a Damasco;
7 1864-1880- continui pogrom a Marrakesh;
79) 1869-massacri di ebrei a Tunisi;
80) 1894. Lo scrittore francese, Toussenel, filosofo materialista, teorizza questo razzismo: "Fate crescere fino dalla nascita un Ebreo in una famiglia ariana: ... né la nazionalità né la lingua modificheranno un atomo delle cellule germinali di questo Ebreo (...) Ebreo, usuraio, trafficante di denaro, parassita improduttivo, sono per me dei sinonimi (...) Il dio del popolo ebraico non è altri che Satana... La religione dei popolo ebraico ne ha fatto fatalmente un popolo nemico dell'umanità";
81) 1897-massacri di ebrei a Mostganem Algeria;
82) 1912- pogrom a Fez;
83) 1929- massacro della comunità ebraica a Hebron e distrutta la sinagoga;
84) 1934-il governo iracheno vieta agli ebrei lo studio dell'ebraico;
85) 1936-In Iraq gli ebrei vengono esclusi dagli uffici pubblici e pogrom a Bagdad;
86) 1938-44-Persecuzioni a Damasco gli assassini diventano cronici;
87) 1941-in concomitanza con la festa di Shavuot pogrom a Bagdad. e poi pogrom a Tripoli, ad Aleppo, ad Aden, al Cairo, ad Alessandria , a Damasco ecc. ecc. Ecc.
8 1915. Massacri d’Ebrei furono compiuti durante la I guerra mondiale da parte delle armate bianche russe anche a seguito della divulgazione del libretto “I protocolli dei savi anziani di Sion”;
89) 1943. Parlare di olocausto è quasi un tabù per la ferocia usata. Il metodo fu sicuramente ingiusto, esecrabile, contro la volontà di Dio e tutto quello che volete voi ma, è possibile guardare con giudizio sereno l’altra faccia della medaglia? Cosa ha provocato tutto ciò? Gli ebrei non avevano fatto proprio nulla? Oppure, come avevano fatto sempre nella storia da 4305 anni si erano impossessati occultamente di un potere economico e politico immenso? Tutta l’Europa era pressata dal loro potere economico smisurato e, dietro le quinte, in segreto come è a loro congeniale, manovravano la politica di mezzo mondo e sempre in direzione verso il male.

ACCUSE E IMPUTAZIONI AGLI EBREI
1) Deicida;
2) Odio verso tutta l’Umanità;
3) Usurai;
4) Lucratori immorali
5) Fondatori della Massoneria e di quasi tutte le società segrete della storia;
6) Trafficanti di ricchezze;
7) Prestasoldi ad interesse da sempre;
Manipolatori di governi sovrani;
9) Guerrafondai;
10) Nemici dichiarati dell’Umanità perché non eletti come loro;
11) Generatori di caos;
12) Commercianti spregiudicati;
13) Proclamatori di popolo eletto, quindi a danno per il resto dell’Umanità;
14) Rituali abominevoli e sanguinari;
15) Utilizzatori del sangue di bambini cristiani per i loro riti;
16) Riti contro l’ostia consacrata:

PROLOGO
La storia non è ancora finita! Questa è solo una piccola parte ed è storia antica e recente vissuta, non sono sogni, e il popolo europeo che proviene da essa la conosce bene. Guardate i sondaggi Eurispes e vi renderete conto cosa pensa il popolo europeo. Oppure il popolo europeo ha torto e avete ragione voi? Se è così, allora chi governate il popolo o voi stessi? Solo chi è al potere politico-economico sembra non volersene rendere conto e continua a dormire e si lascia drogare “dai burattinai” dall’effimera vanagloria del potere. Che Dio v’illumini, perché finalmente possiate saper distinguere il bene dal male, e che la smettiate di cavalcare l’onda dell’emotività. Siamo d’accordo non si uccidono gli assassini dell’Umanità, ma un qualche provvedimento bisogna pure prenderlo no?! Da un’analisi sociale sono giunto alla conclusione che c’è una discrasia tra le posizioni del popolo e chi li governa. Chi sta al potere politico ed economico pensa di non essere toccato dai problemi che affligono il popolo, pensano di poter vivere in isole felici circondati da un mare di guai, ma secondo me avranno la peggio perchè prima o dopo ci sarà una rivolta popolare, anche se non siamo abituati a questo genere di cose. Io vivo in mezzo alla gente e vedo quanta disperazione economica c’è, e da quella tutte le altre conseguenze. La rivolta popolare secondo me già c’è ma non è disciplinata, le azioni sono di sfogo individuale, tutti i crimini, di ogni genere, col passare degli anni sempre più in aumento. L’ultima tragedia appresa oggi 28.6.2005 – in un paesino in provincia di Novara un 54 enne soffocato dai debiti riceve la visita a casa di un geometra, inviato dalla banca per la valutazione del suo appartamento che stavano per pignorargli. L’uomo, povero disperato, imbraccia il fucile da caccia e spara all’impazzata, ucciso il geometra ed altre due persone, otto i feriti. La gente in genere non sa da dove viene il male e, in preda alla disperazione, ne da un’interpretazione propria sempre sbagliata, causando per di più delle povere ed innocenti vittime. Tutto questo male sta risvegliando le coscienze e allora saranno tempi duri. La gente non aspetta altro che sentire la verità sulla causa dei loro problemi, verità che hanno già dentro l’inconscio e che nessuno li ha aiutati a saper leggere. Quando la grande massa verrà a conoscenza di questa verità, per gli ebrei sarebbe stato meglio non essere mai nati, e questo non sarebbe giusto, Dio ci liberi dall’inferno che potrebbe scatenarsi. Questa volta non si deve sbagliare, non si deve fare di tutta l’erba un fascio, né deve usarsi violenza, solo chiare Leggi dovrebbero disciplinare tutto, perché, ripeto, non tutti gli ebrei sono colpevoli, e quella minoranza che non lo sono, li dovremmo tenere in grande considerazione, per la loro grande intelligenza ed il loro altissimo livello di evoluzione, che possono, meglio di altri, aiutarci a migliorare questo mondo.

Organiza - forum.aphorism.it -


N.B. L'Amministratore NON NE SA NULLA su eventuali errori ed altre irregolarità di questo post.[/color]
Torna in cima
Adv



MessaggioInviato: Sab Ago 19, 2006 8:41 pm    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Storia Dei Secoli. Antico e moderno: cultura, arte, pittura, scultura, mitologia, musei, disegno, libri, poesia, fotografia, modelli, collezioni, mode Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum




contatore di visite gratis
Besucherzähler
contatore di visite gratis



L'arrivo all'immortalità degli esseri viventi ... topic RSS feed 
Powered by